Risolleva il sottobraccia in tre settimane

Risolleva il sottobraccia in tre settimane

Se c’è una cosa che infastidisce tutte le donne, soprattutto dopo i 40 anni, è il decadimento dei tessuti del braccio: quell’antiestetica flaccidità intorno all’ascella che rende immettibile qualsiasi abito privo di maniche. Per questo problema ci sono delle soluzioni finalizzate a migliorare sia la tonicità dei tessuti profondi che la funzione di sostegno degli strati cutanei più esterni.

Devi abbinare ginnastica e massaggio

La componente muscolare può essere recuperata,  con esercizi specifici quotidiani che vadano a stimolare bicipiti e tricipiti, favorendo un aspetto esteriore più tonico e un assottigliamento della componente di tessuto adiposo. In questo modo è possibile ottenere un braccio molto più definito nei suoi contorni e la lassità epidermica tende a ridursi. In più, oltre alla ginnastica, è indispensabile intervenire con il massaggio e qualche trucco dietetico (come il centrifugato rimineralizzante e idratante consigliato qui sotto), che assicurano risultati apprezzabili in meno di un mese di cura.

Ogni giorno fai 10 minuti di ginnastica tonificante

Per tonificare il sottobraccia, è soprattutto sul tricipite che bisogna intervenire con la ginnastica: questo muscolo posizionato nella parte posteriore del braccio, funge da sostegno anche per i tessuti che salgono verso l’ascella e che, essendo solitamente poco esercitati, diventano molli precocemente. Ecco allora due semplici esercizi da ripetere ogni giorno per una decina di minuti: si tratta di una flessione e di un piccolo “sollevamento pesi” che riattivano muscoli, circolazione e collagene.

1. Esercita i tricipiti con le flessioni

Un esercizio efficace per le braccia, soprattutto per il tricipite è questo: mettiti davanti a una sedia (con lo schienale arretrato e la seduta rivolta verso di te), piega le gambe e appoggia le mani sul bordo, poi sollevati (facendo forza sulle braccia e non sulle gambe) e riabbassati abbastanza lentamente. Le bracciaquando salgono non devono mai stendersi completamente e, quando ti riabbassi, la linea che va dalla spalla al gomito dev’essere parallela alla seduta della sedia. Fanne 3 serie da 10 tutti i giorni, per un totale di 5 minuti.

2. Fai riassorbire la pelle lassa con i pesi

Dopo le flessioni, mettiti in posizione eretta, con le gambe divaricate e i piedi paralleli, impugna 2 bottigliette d’acqua da mezzo litro, e distendi le braccialateralmente, tenendo i palmi rivolti verso l’alto. Inspirando, porta le bracciadistese verso l’alto. Espirando, porta le braccia in basso. Ripeti 3 serie da 10 tutti i giorni.

Prova i cosmetici naturali rivitalizzanti

La “terapia” per far ritrovare alle braccia la loro originaria tonicità prevede anche un massaggio e un impacco con specifici unguenti anti flaccidità. Inoltre, è utile arricchire l’alimentazione con i grassi ristrutturanti vegetali di cui è ricco – per esempio – l’avocado, da gustare con olio di germe di grano e di semi di lino.

Sotto la doccia e dopo il bagno le erbe giuste rinnovano i tessuti

Le alghe marine, abbinate ad alcuni oli essenziali stimolanti (ginepro, pompelmo), restituiscono tono al sottobraccia.

 1. Il gommage rimodellante

Procurati in erboristeria delle alghe brune in polvere e mescolane un cucchiaio con una capsula di vitamina C e dell’olio di rosa mosqueta, fino a ottenere una crema. Strofina il preparato su spalle, ascelle e sottobraccia mentre fai la doccia: elimina le cellule morte e rassoda le zone molli.

2. Il massaggio stimolante

Aggiungi a 50 ml di crema neutra di buona qualità 3 gocce di olio essenziale di zedoaria, 2 gocce di olio di pompelmo e 2 gocce di olio di ginepro. Mescola bene e applica un leggero strato della crema così ottenuta mattina e sera su braccia e spalle, sulla cute umida dopo il bagno.

Il trattamento d’urto

La ricetta per rassodare e tonificare le braccia dove la pelle è molto avvizzita e rilassata, soprattutto nella donna in menopausa, prevede l’utilizzo dell’olio di avocado: questo estratto vegetale, ricco di acidi grassi e vitamine ristrutturanti, va applicato sulle zone da trattare con un impacco, da ripetere con costanza anche 2-3 volte alla settimana.

 Come fare

Unisci a 4 cucchiai di olio di avocado una capsula di estratto secco di echinacea e una capsula di equiseto. Mescola l’unguento, massaggialo sulle braccia e avvolgi la parte con della pellicola trasparente; lascia in posa 20 minuti, quindi risciacqua.

Fonte: Tg com 24

Author Bio