Rughe e cellulite: il loro nuovo «nemico» è la carbossiterapia

Rughe e cellulite:  il loro nuovo «nemico» è la carbossiterapia

L’anidride carbonica viene iniettata sotto la cute ed è in grado di allargare i vasi sanguigni, permettendo un miglioramento della circolazione e favorendo di conseguenza la rigenerazione delle cellule, eliminando le rughe. Introdotta in profondità sarebbe anche in grado di sciogliere il grasso: sono le nuove proprietà estetiche attribuite da uno studio dell`Università di Siena all`anidride carbonica, il gas che rende frizzante le bevande. Gli effetti della cabossiterapia – utilizzata in Francia dagli anni Trenta per il trattamento di pazienti che soffrono di cattiva circolazione, arterie bloccate e problemi cardiaci – riportati sul DailyMail potrebbero essere utili, spiegano i ricercatori, anche per trattamenti contro la calvizie: l`anidride carbonica potrebbe infatti essere usata per riaprire i bulbi piliferi chiusi, permettendo una potenziale ricrescita del capello.

Una seduta costa dai 70 ai 180 euro, e la durata di un trattamento per sconfiggere le rughe più profonde necessita di una dozzina di incontri. Lo studio è stato condotto su 48 donne che si sono sottoposte a sei sedute nell`arco di tre settimane: in media la circonferenza delle cosce è risultata ridotta di due centimetri, quella delle ginocchia di1 centimetro e il girovita di 3 e la pelle è diventata più compatta. L`iniezione, si legge sul DailyMail, dura dai 4 ai 5 minuti e non è dolorosa.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Author Bio