Psicologia

Nel nostro cervello, spesso il termine dieta viene associato alle parole REGIME, RINUNCIA RIGORE, PRIVAZIONE, SOFFERENZA e INSODDISFAZIONE o nel migliore dei casi alimentazione corretta, salutare ed equilibrata.

Le diete a volte,rischiano di non essere bilanciate proprio per seguire un trend di mercato che richiede di perdere peso velocemente e possibilmente senza sforzo.
Le restrizioni richieste produrranno un effetto sicuramente immediato ma che nel tempo si rivelerà perdente.
Infatti queste diete,quando interrotte, (e non si possono seguire per sempre) rapidamente fanno riguadagnare i chili persi. Tutto questo non fa altro che alimentare un circolo vizioso fatto di alti e bassi e di lotte interne ” io contro me stesso” e la limitazione esasperata non può che far aumentare la voglia di trasgredire.
Inutile dire che per l’individuo che si è impegnato sia fisicamente che psicologicamente ed anche economicamente questa sconfitta è altamente frustrante,deprimente e scoraggiante.
In realtà non e’ la sua sconfitta ma un sistema sbagliato di indirizzarsi.

Quando parliamo di dieta pensiamo subito alla parola dimagrire dimenticando la varietà delle funzioni ad essa connesse.
Può infatti migliorare e prevenire innumerevoli patologie, ripristinare eventuali carenze, rendere più forte e armonico un individuo in seguito ad un deperimento fisico, migliorare l’umore e il sonno, rendere più energici e vitali.
Da qui l’importanza di una dieta mirata al Singolo individuo, che per età, altezza,sesso, metabolismo, patologie, attività fisica, umore, sonno richiede esigenze e attenzioni specifiche. In una parola: INDIVIDUALI.
E’ importantissimo essere seguiti anche psicologicamente affrontando di volta in volta le eventuali problematiche che si possono presentare quali ad esempio la paura di non farcela a raggiungere un obiettivo e così facendo ricadere sempre nello stesso meccanismo psicologico autodistruttivo.
Durante gli incontri verranno forniti gli strumenti per riuscire a interrompere alcuni circoli viziosi, capire cosa si è sbagliato e perchè, ma soprattutto come non ricadere più nelle stesse cattive abitudini .
La dieta non dovrà essere una rinuncia ma qualcosa che SI VUOLE seguire, facendosi consigliare e guidare durante l’intero percorso.
I Motivi per iniziare una dieta possono essere molteplici:
non riuscire più ad accettare il nostro corpo